Tutti gli articoli

Anthea Hospital, occhiali “a realtà aumentata” anche per i perfusionisti

Anthea Hospital, occhiali “a realtà aumentata” anche per i perfusionisti
Share on...

La Cardiochirurgia di Anthea Hospital – guidata dal Prof. Giuseppe Speziale - ha adottato per la prima volta nell’ambito della perfusione e della circolazione extracorporea l’utilizzo di occhiali a realtà aumentata. Si tratta dei Glass up Versione pro costruiti con una montatura caratterizzata da un telaio resistente e con un display ad alta definizione che proietta le immagini direttamente sugli occhi del professionista, dove i contenuti vengono visualizzati come se ci si trovasse di fronte a uno schermo da 25 pollici, visto da una distanza di due metri.

Già applicati in cardiochirurgia, oggi i Glass up sono uno strumento fondamentale anche per i perfusionisti responsabili della conduzione e della gestione della circolazione extracorporea.  Gli occhiali “intelligenti”, dotati di una microcamera ad alta definizione, permettono al professionista tramite rete wireless, di cui il dispositivo è dotato, di trasmettere in tempo reale ciò che sta focalizzando. Quindi è possibile monitorare in tempo reale per il perfusionista la visione del campo chirurgico e i parametri metabolici, anticipando le manovre tecniche, sulle manovre chirurgiche.
Il perfusionista nel corso di un intervento in sala operatoria è posizionato di spalle rispetto all’operatore e gli occhiali permettono di vedere con gli occhi del cardiochirurgo, senza perdere allo stesso tempo il punto focale sulla macchina cuore polmone: questo aumenta la qualità della gestione dell’intervento soprattutto sul timing e la comunicazione.

L’operatore può gestire il dispositivo con i semplici comandi vocali, al fine di divulgare e condividere le tecniche in tempo reale, non solo con i collaboratori presenti nella propria sala operatoria, ma anche con addetti ai lavori tramite «hangout» rispettando la privacy del paziente.
Grazie ai Glass Up è inoltre possibile consultare i dati clinici-strumentali del paziente nel contesto della procedura che si sta eseguendo. Sarà, per esempio, estremamente semplice consultare la coronarografia nello stesso momento in cui si sta eseguendo un intervento di rivascolarizzazione miocardica.

Altro utilizzo dei Glass Up , è il learning a distanza su gestioni complesse di circolazione extracorporea, ovvero si possono proiettare sulla lente le manovre di allestimento e di preparazione della circolazione extracorporea per studenti e tirocinanti, ed espletare le manovre in tempo reale a distanza di pochi secondi dalla visualizzazione.
Nel futuro diverse applicazioni potranno essere ampliate e perfezionate al fine di rendere più agevole il gesto del cardiochirurgo e del perfusionista.